Esistiamo anche grazie a contributi e offerte di privati cittadini, istituzioni e aziende.PER DONARCI IL 5 PER MILLE CON LA PROSSIMA DICHIARAZIONE DEI REDDITI: ASSOCIAZIONE AMICI DELLE CICOGNE, Via Convertite 7, Faenza, RAC.F. 90026050394 PER DONAZIONI DEDUCIBILI:BCC RAVENNATE FORLIVESE E IMOLESEIBAN IT52G0854223702004000313788Leggi altro →

TRA POCO ARRIVIAMO… stiamo organizzando il sito Abbiamo pensato di rimettere mano al nostro sito per offrire ai nostri visitatori una panoramica del’Oasi e non solo ma anche tutto che che facciamo per il benessere di questi esemplari che oramai fanno parte della popolazione stanziale della città. E’ una prima occhiata all’Oasi, poi volendo si può visitare con una guida che ne spiega tutti i segreti e le curiosità. E’ una storia lunga, inziata tanti anni fa e mantenuta in vita dai volontari che si alternano a proteggere questi stupendi animali che si vedono volare spesso non solo sulla città.Leggi altro →

Le ho viste scendere in pochi secondi da 1.000 metri di altezza verso l’Oasi, dove le aspettava con un buon pasto sicuro “papà Gulmanelli“, colui che si occupa delle cicogne del territorio. Carlo Gulmanelli ha lavorato per un mezzo secolo su questo progetto di reintroduzione della cicogna bianca nel nostro territorio, o meglio ha cercato di creare un gruppo di cicogne stanziali che fungessero da richiamo per altri esemplari. Altri centri simili esistono in altre località dell’Europa, dove le cicogne vengono oggi protette; aiutate con la predisposizione di nidi sicuri, la protezione delle linee ad alta tensione per evitare contatti mortali ed assistenza nel fornireLeggi altro →

La cicogna venuta da lontano La cicogna volava alta nel cielo. Era una giornata magnifica e l’aria tersa e fredda annunciava la fine dell’inverno e l’inizio della stagione primaverile. Poche rade nuvole sospinte da una leggera brezza punteggiavano qua e la il cielo limpido e blu.In viaggio da molti giorni, era stanchissima, affamata, desiderava fermarsi per rifocillarsi e riposarsi un pochino.La cicogna, molto esperta, aveva percorso una lunghissima distanza, attraversato il deserto, poi montagne, pianure, colline ed infine il mare; non si sarebbe accontentata di un luogo qualunque, le occorreva cibo, acqua ed un posticino tranquillo dove riposare lontano da predatori.Avrebbe fatto al caso suo,Leggi altro →